Il Blackjack nel corso degli anni

I giochi di carte più antichi si ritiene che siano nati in in Cina intorno al 900 dC, quando i cinesi hanno cominciato a giocare con del denaro e a mescolare le carte nelle varie combinazioni. Il termine generale per le carte da gioco significava "biglietti di carta". I biglietti cartacei si sono evoluti trasformandosi in carte da gioco, alcune delle prime versioni inventate dai seguaci dell'Islam sono state decorate con dei motivi complessi. Quando le carte sono state introdotte in Italia e in Spagna, i modelli sono stati sostituiti con i simboli reali, come il Re la Regina e il Fante. Nel 1440, il tedesco Johann Gutenberg ha stampato il primo mazzo completo di carte. La regina è apparsa nel 1500, quando i francesi hanno sostituito una delle carte tradizionalmente maschili con quella femminile della Regina. Questo divenne il terreno per il tradizionale mazzo da 52 carte, che è apparso nel 1600, conosciuto come il "French Pack", e poi adottato dagli inglesi.

I francesi sono generalmente accreditati per aver inventato il Blackjack, credendo di essere gli ideatori dei giochi di carte francesi tra cui il "chemin de fer" e il "French Ferm ". Il gioco del ventuno nato nei casinò francesi intorno al 1700 D.C., è emigrato negli Stati Uniti nel 1800. Il 21, che suona simile al Blackjack, era in realtà molto diverso. L'obiettivo era di raggiungere un "naturale" con le carte per un totale di 21, ma le carte sono state distribuite in turni seguiti da scommesse su ogni giro. Solo il croupier poteva raddoppiare se aveva un naturale, gli altri giocatori dovevano pagarlo tre volte tanto.

Un altro gioco che può aver contribuito al Blackjack come sappiamo è il gioco italiano del "Sette e Mezzo". Questo gioco è stato giocato con solo l’8, il 9, 10 e le carte figurate, con le figure che valevano il "mezzo". Il Re di Quadri è stato il Jolly. Questo è noto per essere il primo gioco dove il giocatore poteva automaticamente sballare la mano se le carte oltrepassavano il numero desiderato di "sette e mezzo".

Il gioco spagnolo "Uno e Trenta" ha analogie con il Blackjack, anche se il numero che si doveva ottenere era il 31 anziché il 21, e il gioco è stato giocato con 3 carte invece che 2.

Il gioco del ventuno ha attraversato l’oceano dall’Europa in America nel 1800, ed è apparso nell’American Hoyle nel 1875 e nel Hoyle Foster's nel 1905. Il gioco è apparso nelle sale da gioco nel 1910, la prima volta ad Evansville nell’Indiana.

Inizialmente il gioco non era molto popolare e le case da gioco hanno cercato diverse soluzioni di bonus blackjack per attirare i giocatori. Il Blackjack è così chiamato perché se un giocatore ha ottenuto il Jack (Fante) di picche e l'Asso di Picche come prime due carte, ha ricevuto una grande vincita bonus. La vincita originale per questo Blackjack è stata inizialmente di 10 a 1. Alcune case da gioco hanno riconosciuto sia il Fante di Fiori sia quello di picche per la vincita di 10 a 1. Mentre un Fante non è più specificamente richiesto e ogni carta che vale dieci con un Asso rende e oramai considerata vincente, il nome Blackjack rimane come testimonianza alle origini del gioco. I casinò ormai tradizionalmente offrono un pagamento con un rapporto di 3 a 2 su un Blackjack Naturale, a prescindere dal seme o dal colore.

In Russia il gioco si chiama "21"o"Ochko" (il buco). Altri giochi di carte simili al Blackjack includono il Pontoon, che può essere una delle varianti iniziali del gioco. California Aces è un'altra variante, come anche il 21 Spagnolo.